mercoledì, 25 Novembre 2020

Compagnie aeree, boccata d’ossigeno per Us Airways

Ottenuta l’estensione del prestito fino a metà gennaio

Boccata d’ossigeno per Us Airways, la compagnia area statunitense finita in bancarotta – lo scorso mese – per la seconda volta in due anni. L’azienda ha
ottenuto da Bank Of America, dal Retirement Systems of Alabama e dall’Air Trasportation Stabilization Board l’estensione, fino alla metà di gennaio, del prestito da un miliardo di dollari garantito all’azienda, nel 2003, per rialzarsi dalla sua prima caduta. L’ampliamento dei termini temporali del prestito – come osservato dal Wall Street Journal – deve ancora essere approvato
dalla Corte fallimentare incaricata di seguire Us Airways tuttavia l’apertura concessa da Bank of America, Retirement Systems of Alabama e dall’Air Trasportation Stabilization Board (l’organismo federale creato per sostenere le società dell’aria colpite dai fatti dell’11 settembre 2001) appare come una
importante iniezione di fiducia per il vettore americano il quale – nei giorni scorsi – ha chiesto al Tribunale fallimentare di imporre ai suoi dipendenti tagli a salari e benefit per circa 38 milioni di dollari al fine di allontanare il rischio di una liquidazione della società.

News Correlate