martedì, 9 Marzo 2021

Confitarma, le crociere spingono il turismo

Coccia: fattori vincenti la concorrenzialita’ e il parametro costo-qualita’

Nel 2005, nel mondo, sono stati 13,6 milioni i croceristi, di cui 5 milioni soltanto in Italia. Inoltre, il crocierismo invernale sta crescendo, con 1,5 milioni i passeggeri. Sono alcuni dei dati diffusi dal presidente di Confitarma, Nicola Coccia, nel corso di un convegno all’Unione industriali di Napoli, seguito alla firma dell’intesa tra le due organizzazioni imprenditoriali. “Per quanto riguarda il comparto turistico – ha affermato Coccia – si registra un calo delle presenze in Italia, cosa che non avviene nel settore crocieristico. Il perche’ forse e’ da ricercare nel fatto che l’accresciuta concorrenzialita’ e il parametro costo-qualita’ sono diventati fattori essenziali e vincenti a bordo delle navi crocieristiche”. Angelo D’Amato, presidente della commissione Finanza di Confitarma, ha sottolineato inoltre come “gli armatori abbiano fatto la loro parte per varare le Autostrade del Mare”. “Attualmente – ha spiegato D’Amato – la capacita’ di stiva della flotta italiana e’ di due milioni di metri lineari, mentre viene utilizzato soltanto il 50%. Non e’, quindi, come si pensa un fattore di navi bensi’ dei caselli del mare, ovvero i porti che non si sono adeguati, tranne pochi scali, allo sviluppo delle Autostrade del Mare”.

News Correlate