Coordinamento delle Regioni contrario al portale Italia.it

Paolini, è uno sperpero: 15 Regionilo realizzeranno con appena 1,5 Mln

”Il portale nazionale del turismo e’
un inutile sperpero di denaro”. Questo il commento del
vicepresidente della Regione Abruzzo e coordinatore della
Commissione degli assessori al turismo, Enrico Paolini, sul
futuro portale nazionale del turismo italiano, www.Italia.it, la
cui realizzazione e’ stata affidata ad Italia Spa del Gruppo
Sviluppo Italia, su progetto avviato dal Ministero per
l’Innovazione e le Tecnologie.
Secondo Paolini il portale Internet che dovrebbe essere
realizzato per il prossimo mese di ottobre, costerebbe, stando
all’art. 12 della legge 80 del 2005 (riforma Enit, ndr), 50
milioni di euro. ”Una cifra sproporzionata – spiega Paolini –
che dimostra che l’art. 12 esiste solo per finanziare questo
portale e non si sa per favorire quali interessi, vista tra
l’altro la sostanziale mancanza di fondi a sostegno del
turismo”.
Paolini fa poi sapere che ”15 Regioni, di diverso segno
politico, stanno realizzando un portale per il turismo per il
costo di un milione e mezzo di euro su un progetto
interregionale, di cui la Liguria e’ capofila. Una cifra
ragionevole per un portale”, commenta infine Paolini.
Non si è ftta certo attendere la risposta del Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, Lucio Stanca, promotore del progetto.
”Inesatte, non rispondenti al vero,
espresse con pregiudizio”. Cosi’ Lucio Stanca ha definito le affermazioni rilasciate ieri sul Portale nazionale del turismo da Enrico Paolini.
Stanca ha ricordato che ”il turismo e’ il nostro petrolio”,
e ha poi auspicato ”un confronto leale e serio” con le
regioni, su un tema vitale per l’economia del Paese. Mano tesa
dunque a Paolini per ”un rapporto di cooperazione che consenta
uno sforzo del Sistema Paese per promuovere il turismo sulla
rete mondiale”.

News Correlate