domenica, 13 Giugno 2021

Costa D’Avorio, prosegue il coprifuoco

In Kirhistan problei di tifo e malaria

Il Ministero Affari Esteri-Unità di Crisi ha comunicato le emergenze attualmente in atto in alcuni paesi stranieri. Dopo il colpo di Stato la situazione rimane tesa in Costa d’Avorio, mentre in Kirghistan l’emergenza si chiama tifo e malaria.
Costa D’Avorio: “A seguito del tentativo di colpo di stato in Costa d’Avorio del 19 settembre u.s. si segnala che la situazione rimane ancora tesa nel Paese parzialmente ancora in mano alle truppe ribelli. Il Governo della Costa d’Avorio ha deciso di prolungare il coprifuoco fino al 21 ottobre in tutto il Paese a partire dalle 22.00 di sera fino alle 6 del mattino: mentre il divieto di circolare è anticipato dalle ore 18.00 alle ore 8.00 del mattino nelle città di Bouaké e Lorhogo e nei territori che si trovano sotto il controllo dei ribelli.
Si rinnova la raccomandazione volta a sconsigliare, per il momento, viaggi nel Paese.”
Kyrghistan: Agenzie di stampa locali danno notizia di un peggioramento della situazione sanitaria in Kyrghistan. Si sono infatti verificati alcuni casi di febbri tifoidee e numerosissimi episodi di malaria. Per i primi, gli spedalizzati sono 16 a fronte dei 68 che presentavano sintomi riconducibili alla malattia; per i secondi, i casi accertati di malaria sono 1305.
Entrambe le situazioni endemiche sono circoscritte al sud del Paese e sono attivamente monitorate dalle strutture mediche locali situazione sanitaria in Kyrghistan”.

News Correlate