Crisi Volare: Assotravel, serve un Authority del trasporto aereo

In giro ci sono 200 mila biglietti già venduti e centinaia di agenzie allo sbando

Un’Authority di regolamentazione anche per il settore aereo e maggior responsabilizzazione dei ”grandi vettori con una fideiussione che protegga i
consumatori”. E’ quanto auspica Assotravel, l’associazione nazionale agenzie di viaggio e turismo aderente a Confindustria, che prendendo come spunto ”la deliberazione dello stato di insolvenza di Volare” torna a sottolineare come , ”ancora una volta, le agenzie di viaggio si trovano a rappresentare, assieme ai consumatori, l’anello debole della catena”. Il problema – prosegue l’associazione in una nota – ”è quello di garantire i consumatori che hanno diritto alla prestazione del diritto acquistato”. Secondo il presidente di Assotravel, Andrea Giannetti, ”la grave crisi di gestione che ha colpito la compagnia Volare, comporta varie conseguenze negative non solo per i dipendenti e i clienti, ma anche per i tour operator ed agenzie di viaggio che con la predetta compagnia hanno stipulato contratti di vario genere”. Assotravel, commentando l’incontro convocato dall’Enac su Volare, sottolinea inoltre che ”sarebbe stato opportuno che vi partecipassero anche i rappresentanti delle associazioni di categoria del settore per fare chiarezza su una vicenda che vede
coinvolti almeno 200 mila possessori di un biglietto Volare e centinaia di agenzie di viaggio”.

News Correlate