sabato, 17 Aprile 2021

Crisi Volare: Astoi chiede convocazione di Enac

Preoccupati anche per gl’impegni di natale e Capodanno

Sospesa da venerdì l’operatività del Gruppo Volare, i tour operator italiani hanno immediatamente attivato in proprio i piani gestione emergenze per consentire il rimpatrio dei turisti all’estero e le partenze programmate per il fine settimana.
“Siamo sconcertati dalla mancanza di comunicazioni ufficiali tali da consentire ai nostri associati di gestire al meglio i rapporti con le migliaia di clienti coinvolti per minimizzare i disagi”, precisa il Vice Presidente ASTOI Roberto Corbella nella nota con la quale richiede con urgenza all’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile un incontro.
Ciò che i tour operator lamentano è infatti la latitanza del supporto del vettore, fattosi vivo solo alle ore 20.00 di venerdì con un laconico comunicato che peraltro riprendeva quanto già comparso sulla stampa on-line, nel quale non compariva nessuna istruzione concreta su come il Gruppo Volare avrebbe concretizzato le rassicurazioni pubblicamente diffuse sull’impegno a curare il rientro in Italia dei molti turisti bloccati all’estero sia sulle tratte del web che su quelle del charter.
Restano poi da capire le reali possibilità che il Gruppo Volare torni a operare nel breve e medio termine. Infatti, per i viaggi di Natale e Capodanno, i tour operator hanno siglato da mesi i contratti di trasporto ed ora il vettore deve immediatamente chiarire se sarà in grado di tenere fede agli impegni oppure intende lasciare anche in questo caso ai tour operator i pesanti oneri organizzativi delle riprotezioni.
Per questo motivo ASTOI ha chiesto all’ENAC che nell’incontro da convocare sia presente anche una titolata rappresentanza del vettore.

News Correlate