venerdì, 5 Marzo 2021

Crisi Volare, l’inchiesta resta a Busto Arsizio

Il Tribunale ha deliberato lo stato d’insolvenza. Ora tocca al Commissario

La competenza sulla vicenda civile della compagnia aerea Volare Group resta a Busto Arsizio. Lo ha deciso ieri il collegio giudicante della sezione civile del
tribunale locale, che ha sciolto la riserva emettendo la sentenza circa la propria competenza in merito, dopo il rinvio di venerdì. Di conseguenza, anche l’ inchiesta penale resta alla procura di Busto Arsizio. La decisione del
collegio della sezione civile (presidente Sergio Aglietti, a latere Paola Di Lorenzo e Giuseppe Limongelli) ha sciolto così la riserva della settimana scorsa, respingendo quindi il ricorso presentato dai legali dell’ ex amministratore delegato Vincenzo Soddu, avvocati Vittorio Celiento e Roberto Ceccon, che avevano sostenuto che il tribunale di Vicenza dovesse essere quello
competente in prima battuta dal momento che Volare Group ha la sede legale a Thiene, per l’ appunto in provincia di Vicenza. Di diverso avviso i legali del cda, avvocati Maurilio Raimondi, Laura Pierallini e Pietro Iannacone, che hanno invece dichiarato ai giudici che da tre settimane la sede legale era
stata spostata a Gallarate – sede da cui dipende il tribunale di Busto – dove venivano prese tutte le decisioni operative.
La sezione civile del tribunale di Busto Arsizio ha deliberato anche, oltre alla propria competenza sulla vicenda, lo stato di insolvenza della società. La
deliberazione è avvenuta così come richiesto dalla procedura che vede in azione il commissario straordinario Carlo Rinaldini, nominato appositamente dal governo.

News Correlate