mercoledì, 27 Gennaio 2021

Da Locarno a Milano in battello

Il sogno potrebbe diventare presto realtà grazie a un programma interregionale

Prendere il battello a Locarno, attraversare tutto il Lago Maggiore, scivolare lungo il Ticino e i canali della piana lombarda e sbarcare nel pieno centro di Milano: per adesso è un sogno, ma fra qualche anno diventerà realtà grazie ad una iniziativa congiunta delle Regioni Piemonte e Lombardia e del Canton Ticino. L’avvio della fase di progettazione e realizzazione dei lavori per la grande via navigabile (in tutto sono 135 km) verrà resa possibile da un ‘progetto Interreg’ Italia-Svizzera 2000-2006. Il piano, che comporterà una spesa complessiva di 31 milioni di euro, è di portata storica, perché consentirà di ripristinare l’antica ‘strada d’acqua’ che collegava le cave
di Baveno e dell’Ossola ai cantieri per la costruzione del Duomo di Milano, e avrà una eccezionale valenza economica e turistica, perché metterà in rete la navigazione di linea del Verbano e la riscoperta del Parco naturale del Ticino e dei Navigli, rendendo praticabile anche in Italia il ‘turismo dei Canali’, già popolare in paesi europei come la Francia e la Germania. Il percorso di questa idrovia comincia in terra elvetica e prosegue per l’intera estensione del Lago Maggiore fino a Sesto Calende, poi imbocca il tratto sub-lacuale del Ticino per congiungersi al Naviglio Industriale e quindi al Naviglio Grande fino a Milano. La progettazione sarà conclusa entro marzo 2003, la realizzazione entro gennaio 2005.

News Correlate