sabato, 31 Ottobre 2020

Disastro Atr 72, nuova raccomandazione dell’Ansv per la sicurezza dei voli

L’agenzia propone di installare due spie disgiunte per il livello di carburante

Nell’ambito dell’inchiesta sul disastro aereo dell’Atr 72 della Tuninter, che lo scorso 6 agosto, a Paleremo, ha provocato la morte di sedici persone, l’Agenzia nazionale per la sicurezza
del volo (Ansv) ha lanciato un nuovo appello per il miglioramento della sicurezza dei voli passegeri. Il suggerimento e’ quello modificare l’attuale normativa di certificazione dell’impianto carburante per i velivoli adibiti al trasporto pubblico. Si dovrebbero prevedere a bordo due differenti sistemi, uno per l’indicazione della quantita’ di carburante disponibile e un altro, indipendente, di avviso di indicazione di basso livello di carburante, in pratica una specie spia per l’utilizzazione della “riserva”. L’inchiesta tecnica dell’Ansv ha, infatti, messo in evidenza che se il sistema di avviso di basso livello carburante fosse stato disgiunto da quello che indica la quantita’ di carburante (Fqi), si sarebbe attivato, a prescindere dalla quantita’ di carburante indicata dal Fqi.
Questa terza raccomandazione dell’Ansv, dopo quelle emesse lo scorso 6 settembre, e’stata inviata all’Easa (European Aviation Safety Agency) e all’Enac (Ente nazionale per l’ aviazione civile). “Confidiamo che l’Easa – ha affermato il presidente dell’Ansv, Bruno Franchi – la valuti positivamente, come ha gia’ fatto per le altre due raccomandazioni emanate in precedenza. L’attuazione di tale nuova raccomandazione contribuirebbe infatti ad incrementare sensibilmente, a livello mondiale, la sicurezza del volo”.

News Correlate