sabato, 19 Giugno 2021

Dracula Park, ora si passa alla fase 2

Consegnato il progetto di fattibilità, il parco sorgerà a Snagov

Passa alla fase di realizzazione il progetto per il Dracula Park che ora dovrà sorgere a Snagov, vicino a Bucarest, dopo che è risultata irrealizzabile per
motivi ambientali la localizzazione a Sighisoara, in Transilvania. La società di consulenza britannica PricewaterhouseCoopers (Pwc) ha concluso lo studio di fattibilità per il parco dei divertimenti dedicato alla gloria nazionale romena ed ha presentato i risultati al ministro del Turismo, Dan Matei Aghaton, come previsto dal contratto concluso con il Ministero romeno del turismo a giugno scorso. Nella prossima tappa del progetto per il parco a Snagov, a qualche chilometro dalla capitale Bucarest, la Pwc avvierà attività miranti a attrarre investimenti stranieri. Dracula Park è diventato la settimana scorsa membro della Iaapa, una associazione con 5 mila membri di 85 paesi. Il parco porta il nome del celebre vampiro, uscito dalla penna dell’irlandese Bram Stoker (1847- 1912) che nel suo romanzo di fantasia neo-gotica del 1897 si è rifatto alla
figura di alcuni principi romeni, ambedue di nome Vlad. Vlad Dracul (Il Drago), che governò la Valacchia (Romania meridionale) tra il 1436 ed il 1447, era nato a Sighisoara e secondo gli storici aveva preso il nome di Dracul dopo avere ricevuto l’ordine del Drago da Sigismondo di Lussemburgo. Suo figlio Vlad Tepes, soprannominato Dracula il Vampiro oppure l’Impalatore, governò invece tra il 1448 ed il 1476.

News Correlate