sabato, 26 Settembre 2020

EasyJet chiede a Bruxelles indagine severa su Piano Alitalia

Il vettore low cost pone l’accento anche sulle pratiche commerciali

EasyJet, linea aerea britannica a basso costo, sollecita la Commissione Europea ad adottare una linea dura nell’indagine sul piano di capitalizzazione e di
ristrutturazione di Alitalia, affinche’ sia garantito che la linea aerea italiana ”non riceva alcun aiuto statale illegale a causa della sua condizione precaria”. In un nota diffusa ieri, EasyJet ha anche sottolineato che ”la Commissione Europea deve anche assicurarsi che le pratiche commerciali dell’Alitalia non violino le regole europee per la concorrenza”. ”Iniezioni di contanti e far finta di non vedere non rappresentano un favore per i consumatori, e neanche per i contribuenti italiani – ha commentato Ray Webster,
amministratore delegato di EasyJet – E’ ora che le linee aeree vengano lasciate a competere tra di loro, in termini uguali e senza eccezioni alla regola. EasyJet attende l’esito dell’indagine della Commissione Europea e continuera’ a
denunciare qualsiasi salvataggio indiscriminato per le linee aeree europee in crisi”. EasyJet, si legge ancora nella nota, ”continua a chiedersi come puo’ una compagnia, che e’ incapace di operare in modo redditizio le sue rotte esistenti ed ha chiesto alla Commissione Europea l’approvazione per una sostanziale iniezione di aiuti statali, ottenere le efficienze suggerite dalla sua alleanza programmata con Air France”.

News Correlate