giovedì, 22 Aprile 2021

EasyJet, ricorso al Tar per la Milano-Olbia

L’Enac chiede alla compagnia di non operare la rotta per attuare il piano Pso

EasyJet ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro il Ministero dei Trasporti, l’Enac e la Regione Sardegna per il diritto di operare sulla rotta Milano-Olbia. La compagnia ha inoltre sottoposto la questione alla Commissione europea. EasyJet aveva annunciato la propria intenzione di operare sulla tratta Milano-Olbia come parte di un programma di espansione da Milano Malpensa. L’Enac, invece, come spiegato dalla societa’, “ha preso la decisione di scrivere a EasyJet, con la richiesta di cessare la vendita di posti sulla rotta, come primo passo verso l’attuazione del piano di imposizione degli Obblighi di pubblico servizio (Pso)”. A questo punto, l’amministratore delegato di EasyJet, Andrew Harrison, ha scritto al ministro dei Trasporti, Pietro Lunardi, e all’Enac stessa nel tentativo di trovare una soluzione, mantenendo comunque i diritti legali della compagnia a operare secondo l’accordo Open Skyes. Secondo il general manager per il Sud Europa della compagnia aerea, Arnaldo Munoz, e’ “insensato imporre l’onere di servizio su una rotta che e’ stata gia’ considerata appetibile da almeno una compagnia aerea, tutto cio’ e’ l’esatto opposto del principio per cui e’ nato lo status di onere di servizio pubblico e contraddice lo spirito della normativa europea. Sfortunatamente – ha concluso Munoz – l’atteggiamento protezionistico ci ha obbligato a intraprendere la via legale”.

News Correlate