lunedì, 26 Luglio 2021

Easyjet riorganizza le rotte

Verranno tagliati tutti gli aeroporti più costosi e aggiunti i Paesi dell’Est

EasyJet sta eliminando una serie di rotte verso i suoi aeroporti più costosi, tra cui Zurigo, Amsterdam e Copenhagen, creando invece nuovi collegamenti verso nuovi mercati con aeroporti a prezzi più bassi, in particolare in Europa dell’Est. La linea aerea è stata anche costretta a chiudere il collegamento tra Londra/Stanstead e Milano Linate a causa della mancanza di slot per l’atterraggio nell’aeroporto italiano. Secondo quanto scrive oggi il ‘Financial Times’, la razionalizzazione della rete precede la finalizzazione di una revisione dei piani di crescita della capacità e del dispiegamento della flotta, che EasyJet dovrebbe annunciare questo mese. Insieme alla revisione, la linea aerea dovrebbe anche rendere noto un declino generale della sua capacità di crescita mentre imperversa la guerra dei prezzi sul mercato europeo a corto raggio. Il quotidiano della City rileva che EasyJet, come del resto le linee aeree rivali a basso costo, è stata costretta a rafforzare i suoi tentativi di riduzione dei costi a causa del continuo calo delle tariffe medie. Dopo sei anni, il gruppo non volerà più verso Zurigo, il suo scalo più costoso, taglierà poi due rotte da Amsterdam verso Barcellona e Nizza, e altre due da Copenhagen verso Bristol e Newcastle. Quanto all’espansione in Europa dell’Est, EasyJet avvierà nuovi collegamenti tra Londra/Stanstead e Berlino verso Tallinn e da Berlino verso Riga.

News Correlate