martedì, 27 Ottobre 2020

Ecoturismo, fatturato a + 9,9%

Nel 2005 è stato generato un giro d’affari pari a 8,1 miliardi di euro

Cresce la voglia di “turismo verde” in Italia. Secondo le anticipazioni del quarto “Rapporto nazionale sul turismo natura” del Comitato scientifico di Ecotur
(costituito da Enit, Università dell’Aquila e Istat), nel 2005 il fatturato globale dell’ecoturismo d’Italia ha fatto registrare un incremento del 9,9% rispetto all’anno precedente, generando un giro d’affari pari a 8,1 miliardi di euro. In particolare, oltre la metà dei visitatori delle aree verdi e protette proviene dalla stessa regione, mentre il 31,4% arriva dal resto d’Italia, il 10,2% dall’Europa e il 2,9% dal resto del mondo. Le strutture ricettive preferite sono alberghi e pensioni, scelti dal 30%. Seguono poi case private (21,6%) e agriturismo (14,7%). Per quest’ultimo genere di struttura si segnala una lieve flessione delle presenze, dovuta ad un leggero rialzo dei prezzi, accompagnata però da un incremento degli arrivi del 2,5% e da un aumento dell’8,9% del numero delle imprese (nel 2005 ne sono nate 1.200). Infine, il rapporto ha stilato una classifica dei parchi più amati d’Italia. Al primo posto si piazza il Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise (Pnalm), seguito poi da Gran Paradiso, Cilento, Monti Sibillini, Cinqueterre, Stelvio, Dolomiti, Gran Sasso-Monti della Laga, Pollino, Majella, Gargano, Circeo, Val Grande, Sila e Foreste Casentinesi.

News Correlate