venerdì, 23 Luglio 2021

Emergenza Etna, la Sac annuncia la cassa integrazione

La ridotta capacità dello scalo mette a rischio 250 dipendenti

L’emergenza Etna continua a fare le sue vittime e questa volta è toccato ai dipendenti della Sac, la società che gestisce l’aeroporto di Fontanarossa. Ieri il direttore del personale, Salvatore Leonardi, ha annunciato l’avviamento delle procedure di cassintegrazione per 250 dipendenti dei 356 in organico. “Il nostro organico è predisposto al funzionamento di Fontanarossa 24 ore su 24, ma dal momento che lavoriamo solo 12 ore ci vediamo costretti, anche per il bene dei lavoratori, a cassintegrare. Naturalmente, se l’emissione di cenere vulcanica dovesse cessare e fossimo messi in condizione di lavorare per 24 ore, anche la cassintegrazione rientrerebbe”. I sindacati, nel frattempo, premono per l’installazione del radar di terra di nuova generazione, che vede la colonna di cenere anche di notte, e per un incontro urgente il 27 dicembre con il Premier, Silvio Berlusconi.

News Correlate