martedì, 19 Gennaio 2021

Emergenza Etna: Musumeci, ci vuole uno scalo intercontinentale

Nel Piano provinciale varato nel 1995 è previsto nella Piana di Catania

”Fontanarossa è, e resterà, un problema per l’ economia di Catania e della Sicilia: non pensare ora ad uno scalo alternativo sarebbe pura miopia politica”. Lo afferma il presidente della Provincia di Catania, l’europarlamentare di An Nello Musumeci, che auspica ”la realizzazione di un aeroporto intercontinentale nella Piana”. ”Non condivido i viaggi della speranza a Roma, che trovo umilianti e mortificanti” sostiene Musumeci riferendosi all’incontro dei giorni scorsi a Palazzo Grazioli con il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, di una delegazione di amministratori e parlamentari guidata dal sindaco Umberto Scapagnini. ”Questo – aggiunge Musumeci – è piuttosto il momento di programmare opere infrastrutturali che consentirebbero alla Sicilia di mantenere il suo ruolo di primato nel bacino del Mediterraneo”. Il riferimento è all’ aeroporto intercontinentale che, secondo il Piano territoriale provinciale varato dall’ amministrazione Musumeci nel 1995, dovrebbe essere collocato a metà strada tra il capoluogo etneo ed Enna, nella Piana di Catania. ”Fontanarossa spiega il presidente della Provincia potrebbe essere convertito in un grande centro fieristico. Del resto dobbiamo correre: è tempo che venga creato un Hub del Mediterraneo. Malta è avanti con i tempi: il nuovo scalo intercontinentale di Catania avrebbe tutti i requisiti per ottenere il riconoscimento di aeroporto internazione del Mediterraneo”.

News Correlate