domenica, 11 Aprile 2021

Enac, migliorato il regolamento sul volo a vista notturno

Il Cda ha deliberato l’emendamento per favorire l’attività di volo

Nell’ultimo Consiglio di Amministrazione dell’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, riunitosi mercoledì 26 ottobre, è stato deliberato l’emendamento al Regolamento che regola il volo a vista notturno (VFR notturno) nello spazio aereo italiano.

La proposta di emendamento si era resa necessaria per adeguare la normativa alle esigenze emerse a seguito dell’esperienza maturata nei primi anni di applicazione del Regolamento stesso, ed in particolar modo per raggiungere uno degli obiettivi che l’ENAC si era prefisso con l’adozione di tale documento, ovvero consentire lo sviluppo delle attività di volo nel settore dell’aviazione generale.

Il testo è stato adottato a conclusione di un processo di consultazione con le parti interessate, quali ENAV, Aeronautica Militare, Aero Club d’Italia e AOPA. Dall’esame dei commenti ricevuti, infatti, sono derivati numerosi spunti che hanno consentito un ulteriore miglioramento del testo.

Con questo nuovo Regolamento sono state introdotte numerose modifiche riguardanti alcuni degli aspetti trattati, tra cui si evidenziano
– l’eliminazione di ogni discrezionalità nella determinazione di quali siano gli aeroporti aperti al traffico, cosa che si è ottenuta stabilendo criteri prefissati per l’apertura;
– la ri-disegnazione dell’area di circuitazione aeroportuale in modo da consentire in concreto la possibilità di volare in VFR notturno in quasi tutti gli aeroporti italiani aperti nottetempo, evitando eccessive penalizzazione per particolari situazioni orografiche;
– la revisione dei requisiti per l’ottenimento da parte dei piloti della qualificazione per il VFR/N, con la riduzione delle ore previste per l’addestramento, in modo da garantire la coerenza con i requisiti di cui alle norme JAR;
– la previsione di un opportuno iter di addestramento anche per i piloti in possesso di abilitazione IFR;
– la pubblicazione dell’elenco degli aeroporti aperti.

Il testo sarà a breve disponibile sul sito internet dell’ENAC, all’indirizzo
www.enac-italia.it

News Correlate