martedì, 20 Aprile 2021

Enac, Sharm è la prima meta charter dall’Italia

Nella top ten 2002 doppia Londra

Sharm el Sheikh, dove è caduto l’aereo della Flash Air, è la prima destinazione charter dall’Italia, una tratta su cui volano poco meno di un milione di passeggeri all’anno. E’ infatti al primo posto tra questi voli
turistici in base agli ultimi dati Enac, con 952 mila passeggeri trasportati nel 2002. Sharm el Sheikh risulta una meta di voli charter dall’Italia più importante di Londra, che ha fatto registrare poco più della metà dei passeggeri (480 mila) e Ibiza (386 mila). Seguono ancora più distanziate le tratte tra l’Italia e Djerba, Manchester, Tenerife, Palma di Mallorca e Monastir, in ordine decrescente sotto i 300 mila passeggeri. Hanno meno di 200 mila passeggeri trasportati all’anno Heraklion, Rodi, Parigi, Hurgada, Malaga, Mosca, Stoccolma. Nel complesso è però l’Europa il più importante bacino di traffico charter da e per l’Italia. L’Unione Europea raccoglie il 55% del totale, cui si deve aggiungere il 36% degli altri paesi europei fuori dalla Ue. L’1% del traffico charter è legato agli Stati Uniti, mentre nel resto del mondo va il restante 8%. Ecco una tabella sulle prime 10 tratte charter tra l’Italia e gli aeroporti esteri con i passeggeri trasportati nel 2002 secondo l’annuario statistico dell’Enac: 1) Sharm El Sheikh 952.247 passeggeri, 2) Londra (479.304 pax), 3) Ibiza (386.064), 4) Djerba (272.260), 5) Manchester (252.839), 6) Tenerife (236.932), 7) Palma de Mallorca (230.621), 8) Monastir (214.548), 9) Heraklion (182.543), 10) Rhodi (178.099).

News Correlate