lunedì, 14 Giugno 2021

Enit, da gennaio a giugno l’incoming crolla

La flessione dell’11% legata soprattutto al calo di americani e giapponesi

Nel periodo da gennaio a giugno l’Italia del turismo ha perso complessivamente l’11 per cento
dei ricavi valutari dovuti all’incoming. Lo ha reso noto nel corso di una conferenza stampa di presentazione della “Borsa del mare” il presidente dell’Enit, Amedeo Ottaviani. Ottaviani non vuole parlare di “crisi” perchè – ha osservato – “il turismo interno è stato pari alle aspettative, ma come Enit non possiamo – ha aggiunto – non segnalare che il turismo estero ha presentato alcune zone critiche”. Il problema, infatti, rimane che nel corso dell’estate “non abbiamo recuperato le perdite soprattutto – ha notato il presidente dell’Enit – per le defezioni americane e giapponesi”. La valutazione dei mancati ricavi valutari per il turismo nel primo semestre del 2002 è dell’ufficio italiano cambi.

News Correlate