venerdì, 23 Aprile 2021

Enit, il 2004 anno nero

Per la Corte dei Conti, il quadro è aggravato dalle difficoltà dell’intero comparto

Aspettando di valutare gli effetti della riforma dell’Enit, trasformato nel 2005 in Agenzia nazionale del Turismo, la Corte dei Conti ha acceso i riflettori sulla gestione dell’ente per l’anno contabile 2004. Ne emerge un quadro difficile, aggravato, secondo la Corte, dalle difficoltà complessive del comparto turistico. La relazione della magistratura contabile ha rilevato come neppure nel 2004 sia stata avviata a soluzione la crisi che, dall’ultimo trimestre 2001, ha colpito l’industria turistica italiana, mentre altrove sono stati presi provvedimenti e misure adeguate. In Italia, secondo la Corte, la crisi è stata aggravata da alcuni fattori endogeni: perdita di competitività nei confronti di altre mete turistiche in Paesi “emergenti”, insufficienza di investimenti nel settore, scarso coordinamento delle iniziative promozionali. Un contesto di difficoltà che ha condizionato “pesantemente” la gestione dell’Enit nel 2004 “peraltro travagliata dalla ulteriore riduzione del già inadeguato contributo statale, dalla marginalità di altre fonti di finanziamento e dalla incertezza sull’avvento di una riforma da tempo preannunciata”.

News Correlate