martedì, 26 Gennaio 2021

Enit, incassi stranieri aumentati del 5,3% nei primi otto mesi

Ottaviani favorevole all’agenzia del turismo e contrario al Ministero

Il turismo straniero ha portato, tra gennaio ed agosto scorsi, più denaro in Italia del 2003. Ad annunciarlo è Amedeo Ottaviani, presidente dell’Enit il quale ha specificato che ”abbiamo registrato fino ad agosto un aumento dei ricavi valutari degli stranieri: nelle casse dell’azienda Italia sono entrati 20.318 milioni di euro, il 5,3% in più rispetto allo scorso anno”. Per il presidente dell’Enit – intervenuto alla presentazione di ”Natale in Umbria” svoltasi a Roma – quindi, il turismo italiano ha tutti i numeri per riemergere e aumentare i segnali dell’inversione positiva verificatasi nel settore proprio nel 2004. Pur constatando la ‘perdita’ di alcuni turisti, come quelli tedeschi, e le difficoltà dell’intero comparto, Ottaviani si dice cautamente ottimista”Non siamo pessimisti – dichiara il presidente – ma preoccupati per un momento generale del turismo in Europa con problemi derivanti soprattutto da
difficoltà economiche. Sull’Italia, nello specifico, possiamo dirci positivi perchè abbiamo un futuro con i mercati già esistenti, ma anche con quelli emergenti come la Cina e l’India”. Rimangono, comunque, da definire la questione della ristrutturazione dell’Enit e il dibattito aperto ‘ministero sì,
ministero no’ nell’intento di restituire un interlocutore al settore. ”Io – dichiara Ottaviani – dico no al ministero come concetto e dico invece sì ad una struttura, un’agenzia, come potrebbe essere l’Enit, che si occupi seriamente del settore turismo. Un’agenzia, come l’Enit vuole arrivare ad essere – conclude – che abbia una sua autonomia statutaria, gestionale, amministrativa e nel cui ‘governo’ trovino un loro spazio lo stato, le Regioni e le categorie più rappresentative del settore”.

News Correlate