domenica, 11 Aprile 2021

Enit, la riforma è in dirittura d’arrivo

Nel DDl sulla competitività è previsto che si trasformi in Agenzia di promozione

E’ in dirittura d’arrivo la trasformazione dell’Enit in Agenzia nazionale del turismo. La norma e’ contenuta nel ddl sulla competitivita’ che il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare in una delle prime sedute di gennaio. L’Agenzia avra’ il compito di promuovere ”l’immagine unitaria” dell’offerta turistica, nazionale e regionale, e favorirne la commercializzazione. Sara’ sottoposta all’attivita’ di indirizzo e vigilanza del ministro delle Attivita’ produttive. L’art. 13 del ddl sulla competitivita’ prevede inoltre il rinvio al decreto del presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del ministro delle Attivita’ produttive, per la definizione delle modalita’ di attuazione e di funzionamento dell’Agenzia.
All’attivita’ dell’agenzia parteciperanno in modo attivo le Regioni, alla cui competenza e’ peraltro demandata gran parte dell’ attivita’ di intervento nel settore. Lo Stato raddoppiera’ le risorse in dotazione all’Agenzia, integrando il contributo ordinario previsto per l’Enit con altri 25 milioni di euro, fino
a raggiungere la cifra di circa 50 milioni. Quanto alle spese necessarie per l’attivita’ ordinaria dell’agenzia, la norma prevede diverse fonti: contributi dello Stato; contributi di amministrazioni statali, regionali ed altri enti
pubblici per la gestione di specifiche attivita’ promozionali; proventi dalla gestione e dalla vendita di beni e servizi a soggetti pubblici e privati; contribuzioni diverse.
La norma prevede in avvio una fase transitoria per il finanziamento dell’attivita’: infatti, nel triennio 2005-2007 andranno all’agenzia 25 milioni di euro annui, in aggiunta agli stanziamenti gia’ previsti per l’Enit (complessivamente 50 milioni circa di euro annui). A decorrere dal 2008, questa
misura e’ determinata con le modalita’ previste dall’art. 5 della legge 23 agosto 1988 n. 362.

News Correlate