martedì, 25 Giugno 2024

Enit, nel 2003 persi ricavi valutari per 600 Mln

Ottaviani, nell’ultimo trimestre il trend di ripresa lascia ben sperare

Il 2003 si è chiuso con una perdita di circa 600 milioni di euro di ricavi valutari derivanti dal turismo estero in Italia anche se nell’ultimo trimestre dell’anno si è registrato un trend di ripresa che lascia ben sperare per l’anno in corso. Lo ha detto il presidente dell’Enit Amedeo
Ottaviani. Dai dati resi noti da Ottaviani, emerge che le entrate valutarie sono ammontate a 27.605 milioni di euro, contro 28.207 del 2002 e la flessione più consistente è stata registrata nel trimestre aprile-giugno, a causa del conflitto in Iraq che ha determinato perdite per 620 milioni di euro, mentre nel trimestre luglio-settembre le perdite sono ammontate a 484 milioni di euro e nel trimestre ottobre-dicembre a 74 milioni di euro. ”Oggi – ha spiegato – ci sono segnali di ripresa nel mercato mondiale dei viaggi e ciò può favorire il recupero delle perdite soprattutto dei turisti americani e giapponesi, anche se il cambio con l’euro frena la scelta dell’Europa”. Quanto al programma promozionale dell’Enit per il 2004, ha detto ancora Ottaviani, ”oltre a consolidare la presenza italiana in questi grandi mercati” si punterà ad aprire a nuove frontiere, ”sia verso i dieci paesi che entreranno a far parte dell’Ue e che spendono oltre dieci miliardi di euro per viaggi all’estero, sia verso altri grandi mercati potenziali come Cina, India, Corea, Australia, America Latina”.

News Correlate