sabato, 26 Settembre 2020

”Etna Tourist Card” valida nella provincia di Catania

Una carta prepagata per l’ingresso nei siti archeologici e museali

Al pari delle iniziative attuate nelle principali Capitali d’Europa che già offrono tale servizio, anche la “Etna Tourist Card” prevede l’ingresso prepagato alle strutture museali e archeologichei, al libero utilizzo di alcune tipologie di trasporto ma anche sconti presso gli esercizi commerciali.
La “Card” che C.T. INNOVAZIONI ha progettato su incarico dell’Apt, prevede una validità di 3 o 7 giorni ad un costo rispettivamente di 27,00 euro e di 42,00 euro.
Ma quello che rende unica questa card rispetto a tutte le altre, è che ne prevede l’applicazione su tutto il territorio provinciale. Molti i vantaggi oltrechè per i turisti anche per le imprese che offrono cultura: per esempio un anticipo e una centralizzazione degli incassi, (con la formula del prepagato è garantita una quota di rimborso, pattuita in sede di convenzione, per ogni card venduta anche in caso di mancato utilizzo del servizio stesso),uno strumento promozione ma soprattutto valorizzazione dei siti minori che, altrimenti, non verrebbero visitati
Con l’Etna Tourist Card si vuole realizzare un sistema di accesso integrato ai servizi turistici facendo legare tra di loro, attività slegate in un’armonica offerta all’ospite, che può variare dalla visita al Museo al cosiddetto “taglio di capelli”.
“Oggi siamo pronti per una sfida internazionale, una dimensione che è una chiara scelta strategica che produce lavoro – ha sottolineato il Presidente On. Nello Musumeci – il turismo è la risultante di due interventi: la promozione della città in Italia e all’estero, per produrre economia, e l’accoglienza dei turisti in città con il nostro tipico calore, un importante biglietto da visita, quindi questa Card, che lo aiuterà a risparmiare soprattutto i giovani che affrontano tantissime difficoltà nei loro lunghi viaggi e che ancora non trovano, almeno in Sicilia, le strutture adatte ad accoglierli . “Basta pensare – ha aggiunto Musumeci – nella nostra isola abbiamo soltanto otto ostelli della gioventù; dobbiamo lavorare su questo fronte, la provincia regionale di Catania sta facendo la propria parte tanto che tra un anno avremmo tre nuovi Ostelli in provincia di Catania destinati, appunto al turismo giovanile”.
Bisogna aggiungere anche, come l’ADOC (Associazione Consumatori) riveste un ruolo importante per l’Etna Tourist Card, offrendo assistenza legale su tutto il territorio della Provincia attraverso i diversi sportelli disponibili, ma soprattutto dando garanzie sul rapporto qualità/prezzo.
Ma veniamo ai servizi offerti dall’Etna Tourist Card. Ad oggi sono ben quarantasei le attività convenzionate: sedici tra musei e siti archeologici, otto aziende di trasporto pubblico e ventidue tra servizi, natura e attività ricreative; mentre il costo della card varia dai 27 euro per quella valida solo tre giorni ai 42 euro per sette. Tra i musei, in prepagato, oltre a quelli di Catania (Diocesano, del Giocattolo e alla Chiesa di San Benedetto) si sono convenzionati il museo archeologico di Grammichele e il Parco di Occhiolà, il Museo Civico di Licodia Eubea, quello Etnografico di Linguaglossa, il museo Ducea di Nelson a Maniace, i due musei d’arte sacra di Militello in Val di Catania, così come, infine, il museo archeologico “Paolo Vagliasindi” a Randazzo o quello dei Pupi Siciliani a Caltagirone, mentre per i restanti sono in corso le operazioni di perfezionamento delle convenzioni . Per i trasporti hanno accettato, ad oggi di sostenere l’iniziativa, sempre in prepagato, l’Azienda Siciliana Trasporti, per tutte le tratte provinciali, Ferrovia Circumetnea e Metropolitana la “Etna Trasporti”per le tratte Catania/Giardini / Taormina e viceversa, Catania-Piazza Armerina a/r, mentre la società “Interbus” propone il collegamento Catania- Siracusa-Noto a/r. Con gli sconti il turista potrà accedere, invece, nel segmento servizi, natura e attività ricreative. Qui si spazia dagli itinerari Ippici, alle parruccherie, alle escursioni guidate sull’Etna, al noleggio mountain-bike, agli spettacoli teatrali, alle Terme sino ad arrivare al servizio gratuito di tutela del turista offerto dall’Associazione Adoc che, tra l’altro, mette a disposizione anche l’intervento e l’assistenza gratuita di un avvocato nel caso che al turista occorra un assistenza legale.
La card oltre ai distributori convenzionati potrà essere prenotata e acquistata direttamente sulle pagine Web dell’Apt

News Correlate