lunedì, 18 Gennaio 2021

Euro Disney, a settembre triplicate le perdite

Conti in rosso per 145,2 Mln nonostante sia la prima meta turistica in Europa

Euro Disney, già in crisi finanziaria, ha triplicato le sue perdite nell’esercizio che si è chiuso a fine settembre. La società che gestisce Disneyland Resort, la prima meta turistica in Europa, ha annunciato infatti di aver chiuso il 2003-2004 in rosso per 145,2 milioni di euro contro 56 milioni dell’anno prima. Il gruppo, che ha da poco ottenuto dai suoi creditori la
ristrutturazione del suo debito di 2,4 miliardi, ha anche accusato perdite operative per 23,9 milioni contro un utile di 132,4 milioni dell’anno prima. Grazie a un aumento del 5% delle spese dei visitatori, che sono rimasti stabili a 12,4 milioni, il fatturato ha registrato un lievissimo aumento salendo a 1,048
miliardi dai 1,047 mld dell’anno prima. I ricavi dei due parchi alle porte di Parigi sono aumentati del 5% a 531 milioni mentre quelli degli alberghi e di Disney Village hanno registrato un calo del 3% a 403 milioni. Nell’ultimo trimestre, i ricavi di Disneyland Resort hanno registrato un aumento del 15,9% a 306,9 milioni. Il fatturato globale è salito del 9,4% a 311,9 milioni nonostante il calo del 5% del contributo delle sue attività immobiliari.
”E’ un nuovo anno difficile per l’industria europea del viaggio e del turismo” ha sottolineato il presidente di Euro Disney Andrè Lacroix nel comunicato del gruppo che si attende a un rilancio delle attività grazie a nuove attrazioni.
Sui conti di Euro Disney, penalizzata dalla crisi del turismo ma anche dal mancato successo del suo parco dedicato al cinema, hanno gravato un aumento da voci eccezionali e dalla ripresa dei pagamenti delle royalties alla casa madre, la Walt Disney Co. che è la sua principale azionista. Grazie alla moratoria del debito, Euro Disney ha chiuso l’anno con un cash flow positivo di 124,6 milioni.
Alla fine di settembre, dopo molti rinvii, i creditori di Euro Disney hanno firmato un accordo per rifinanziare il debito che prevede anche un aumento di capitale di 250 milioni, che sarà sottoscritto dalla casa madre per 100 milioni. L’operazione dovrebbe essere conclusa a primavera. Alla fine dell’esercizio, il debito di Euro Disney era attestato a 2,05 miliardi per fondi propri negativi di 59,9 milioni.

News Correlate