domenica, 18 Aprile 2021

Euro Disney, boccata d’ossigeno dai creditori

Accordati altri due mesi per la soluzione dei debiti

Euro Disney, la società che gestisce Disneyland Resort alle porte di Parigi, ha ottenuto un’altra boccata di ossigeno dai suoi creditori che le hanno concesso due mesi supplementari per trovare una soluzione ai suoi problemi finanziari. Euro Disney avrà tempo fino al 31 maggio per negoziare un accordo per il rifinanziamento dei suoi debiti. E’ la seconda volta che i creditori del gruppo che gestisce la meta turistica più visitata d’Europa accordano un rinvio. Euro Disney aveva suonato il campanello d’allarme l’estate scorsa dopo che la crisi del turismo, la difficile congiuntura economica, le tensioni geopolitiche e la Sars avevano colpito la frequentazione dei suoi due parchi. La società, ora guidata
da Andr-Lacroix, aveva avvertito che se non si trovava una
soluzione non sarebbe stata in grado di rispettare i suoi
impegni finanziari. I creditori avevano accordato tempo fino a novembre; poi fino alla fine di marzo e ora prorogato la
scadenza a fine maggio.

News Correlate