mercoledì, 20 Gennaio 2021

Eurofly, futuro da compagnia Low Cost?

Angioletti: “Basterebbero alcune modifiche alla flotta”

Eurofly potrebbe rappresentare per Alitalia il punto di partenza per la costituzione di una Compagnia low cost che faccia fronte alla agguerrita concorrenza che viene dall’estero. “Credo che sia possibile – ha detto l’amministratore delegato di Eurofly, Augusto Angioletti in un’intervista – e credo anche che Eurofly abbia la struttura adeguata. Con alcune modifiche alla flotta – ha proseguito Angioletti – si potrebbe cominciare un lavoro di possibile successo nel mercato low cost per creare una compagnia italiana, prima che vettori inglesi come la Ryan Air ed altri vengano ad
occupare il segmento domestico”. Angioletti ha comunque sottolineato che il Consiglio di amministrazione di Alitalia ha stabilito che la dismissione della compagnia charter continua “per coerenza al piano e perché Alitalia vuole uscire dal segmento charter”. “La proposta che c’è attualmente – ha però aggiunto – di un’iniziativa low cost nasce perché l’Amministratore Delegato di Alitalia aveva chiesto di conoscere quali eventuali altre missioni ci potevano essere per Eurofly, e quindi noi abbiamo lavorato su un progetto low cost”. Ma Alitalia guarda anche ad un partner per il mercato domestico tradizionale dopo i contatti con Volare Group. Sono due problemi diversi che potrebbero marciare di pari passo, ha detto Angioletti. “Il problema low cost è un problema diverso che va capito, analizzato, risolto”. Per quanto riguarda l’altro aspetto, invece, “potrebbero esserci intese con altri partner perché – ha concluso – non credo al momento che Volare sia definitivo come partner domestico. Alitalia sta valutando tutte le opzioni sul tavolo”.

News Correlate