mercoledì, 27 Gennaio 2021

Farnesina, situazioni difficili in Africa e Asia

A rischio Timor Est, Nigeria, Burundi e Senegal

Riceviamo e ripubblichiamo le segnalazioni operate dal Ministero Affari Esteri-Unità di crisi.
Timor Est: “A seguito dell’attentato del 12 ottobre u.s. a Bali, è opportuno aumentare le misure di prudenza e le cautele da adottare durante i viaggi nel Sud Est Asiatico ed in particolare a Timor Est nei luoghi prevalentemente frequentati da stranieri, come bar, ristoranti, night clubs, nonché luoghi di culto e scuole internazionali.
Si consiglia di evitare viaggi se non necessari nel Paese. A coloro che dovessero recarsi per motivi di necessità a Timor Est si prega di segnalare la propria presenza in loco all’Ambasciata d’Italia in Jakarta, inviando un fax con le proprie generalità, recapiti in loco ed in Italia ai seguenti numeri: 0062 – 21- -323490 oppure 337422.”
Burundi: “Si segnala che a Bujumbura e’ in corso dalle prime ore odierne un’intensa offensiva da parte della guerriglia hutu che martella la capitale con mortai piazzati sulle adiacenti montagne. Ribelli si sarebbero infiltrati nella foresta di Kibira.
I connazionali presenti nella capitale non risultano coinvolti. I quartieri interessati sono quelli di Kinama, Kiriri, Mutanga. I bombardamenti hanno provocato al movimento di popolazione in fuga dalle zone in questione.
Si rinnova la raccomandazione volta ad sconsigliare viaggi di qualsiasi tipo nel Paese.”
Nigeria”Si segnala che secondo dati forniti dalla Croce Rossa nigeriana sono salite a circa 105 le persone morte durante le violenze che una folla di militanti islamici ha scatenato ieri a Kaduna, capitale dell’omonimo Stato settentrionale della Nigeria, per protestare contro il concorso di Miss Mondo, che si terrà in Nigeria ai primi di dicembre. Le autorità locali hanno proclamato il Coprifuoco nella predetta città.
Alla luce di quanto sopra si sconsigliano viaggi di connazionali in Nigeria se non dettati da effettiva necessità.
Ai connazionali presenti nelle località dove sono avvenuti gli sconti è raccomandato di adottare le misure di prudenza del caso (non uscire dai propri alloggi e specialmente nelle ore del coprifuoco)
A coloro che per motivi di effettiva necessità dovessero recarsi in Nigeria si raccomanda vivamente di contattare anticipatamente al viaggio l’Ambasciata d’Italia in Abuja o la Sezione distaccata a Lagos, segnalando comunque sempre la propria presenza nel Paese ed attenendosi scrupolosamente ai suggerimenti impartiti durante la permanenza.”
Senegal: “Le Autorità sanitarie locali hanno ufficialmente confermato 57 casi di febbre gialla, con 10 decessi, nell’epidemia che sta interessando le regioni di Diourbel, Fatick, Louga, Thiés, Tambacounda e Dakar.”

News Correlate