venerdì, 3 Dicembre 2021

Federalberghi, accordo Ue-Cina una vittoria del settore

Bocca: “ci auguriamo importanti flussi già dal 2004”

”L’incontro Ue-Cina avvenuto a Pechino ha finalmente sancito la possibilità per i cinesi di venire liberamente in Italia per turismo”. E’ quanto ha affermato il presidente della Federalberghi-Confturismo, Bernabò Bocca, alla notizia della avvenuta firma del trattato bilaterale. ”La battaglia portata avanti con successo da tempo dalla Federalberghi – ha aggiunto Bocca – e di cui si è fatto carico ed interprete in prima persona il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, cui va l’apprezzamento della categoria, ha sortito l’effetto sperato e ci auguriamo che già a partire dal 2004 i primi importanti flussi di turisti cinesi possano iniziare ad affluire nel nostro Paese. ”Sono infatti oltre 100 milioni i potenziali clienti cinesi interessati a trascorrere una vacanza in Europa ed il 70% di essi ha come meta preferita l’Italia. ”Se le aspettative, quindi, verranno rispettate – conclude il Presidente della Federalberghi-Confturismo – nel volgere di poco tempo questa nuova componente turistica andrà ad integrare e colmare la flessione di turisti tedeschi, giapponesi e statunitensi che stiamo purtroppo registrando dall’ormai fatidico 11 settembre del 2001, con gravi ripercussioni sia sul fronte della bilancia valutaria turistica sia sui fatturati stessi degli alberghi”.

News Correlate