domenica, 20 Settembre 2020

Federalberghi contro la tassa di soggiorno

Bocca: “Tassa antistorica che finirebbe per essere pagata dall’albergatore e non dal turista”

L’ipotesi di una reintroduzione della tassa di soggiorno spaventa il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca. Il presidente, parlando a margine del convegno in occasione dei 15 anni di Ebnt, l’Ente nazionale bilaterale del turismo, ha osservato: “Se il Parlamento dovesse dare il via libera a una legge nazionale dando facoltà ai comuni di istituire questa tassa, questa iniziativa dalla nostra organizzazione verrebbe presa molto male. Abbiamo tenuto una giunta di Federalberghi – ha continuato Bocca – in cui si è discusso di questo rischio: è una tassa antistorica che finirebbe per non essere pagata dal turista ma dall’albergatore. Già negli ultimi anni – ha concluso – intorno all’osso del turismo tutti hanno rosicchiato, introdurre una tassa del genere sarebbe una iniziativa certamente non positiva”.

News Correlate