lunedì, 6 Dicembre 2021

Federconsumatori, a Sud alberghi più cari

Forniti anche i dati dello Sportello di tutela: il 57% si lamenta dei pacchetti acquistati

A Sud le tariffe alberghiere sono più elevate che a Nord. La stima è della Federconsumatori che ha calcolato l’ipotetica spesa a carico delle famiglie italiane per le vacanze estive 2006, indagando le strutture ricettive presenti nelle località marittime in base ai tariffari dichiarati dai siti web delle singole strutture. La rilevazione campionaria ha riguardato i prezzi che 924 hotel e 192 campeggi praticano nel periodo dal 12 al 19 agosto in 146 comuni marittimi rappresentativi di tutto il territorio nazionale. Secondo la ricerca, la tariffa alberghiera media pro capite, in camera doppia, in pensione completa, per il periodo dal 12 al 19 agosto, è pari a 83 euro al giorno; una cifra, questa, compresa tra i valori più contenuti, registrati nelle strutture del nord Italia, pari a 67 euro al giorno e i 117 euro al giorno mediamente stimati negli esercizi alberghieri delle località balneari delle regioni meridionali e insulari. Per quanto riguarda i campeggi, la spesa per soggiorno settimanale, dal 12 al 19 agosto, risulta, a livello nazionale, mediamente pari a 236 euro a coppia, per un soggiorno in camper e a 232 euro a coppia per una vacanza in tenda. Infine, i dati sull’offerta delle abitazioni destinate a vacanza, quantificabile, complessivamente, in oltre 10 milioni di posti letto, evidenziano che mediamente, a livello nazionale, il prezzo settimanale di affitto di un appartamento con tre posti letto ammonta a 729 euro. La cifra è una media: si passa infatti dal minimo delle 572 euro a settimana delle località balneari del nord agli 886 euro a settimana delle località del sud e delle isole. A margine della presentazione dei dati della ricerca sono stati resi noti anche i numeri raccolti dallo Sportello di tutela del turista: dal 1 gennaio ad oggi sono state assistite 1650 persone, di cui il 57% ha lamentato problemi con i tour operator per i pacchetti acquistati, il 13% controversie relative al trasporto aereo. In crescita le lamentele sul fronte del turismo in camper: le richieste di aiuto allo Sportello sono state pari all’8%. Molto basso, infine, il numero delle controversie con gli albergatori.

News Correlate