martedì, 13 Aprile 2021

Federconsumatori, i consigli per chi viaggia in auto

Conviene dichiarare al comandante il valore reale del veicolo

Per il codice della navigazione tra una Maserati e una Panda non c’è differenza: il risarcimento previsto dalla legge per eventuali danni ad auto o moto durante il trasporto in traghetto è, al massimo, di 103 euro. La Federconsumatori, però, indica una possibile scappatoia: chi viaggia può andare dal comandante della nave e dichiarare il valore, reale, del mezzo parcheggiato nei garage. In questo
modo, in caso di danni, il risarcimento sarà sicuramente superiore al massimale fissato dalla legge. Che, giusto per farsi un’idea, è stato stabilito cinquanta anni fa. L’invito della Federeconsumatori è stato già raccolto da qualche viaggiatore. Qualche giorno fa il comandante in seconda di una motonave della Tirrenia in partenza per Palermo dal porto di Cagliari, ha accettato e controfirmato la dichiarazione di valore reale della moto di un passeggero imbarcato sul traghetto. Una precauzione che, però, non prende quasi nessuno. Per questo Federconsumatori lunedì prossimo sarà al porto di Cagliari alle 16.30 all’imbarco Tirrenia per fare sapere ai passeggeri che la loro auto, Maserati o Panda che sia, non vale solo 103 euro. L’associazione provinciale consumatori e utenti di Cagliari ha già predisposto un modello di dichiarazione da presentare al comandante della nave.

News Correlate