sabato, 23 Ottobre 2021

Federturismo, ben venga il portale Italia.it

Purchè non entri in concorrenza con gli imprenditori

Federturismo e’ fiduciosa che il
portale del settore sara’ un ausilio alla promozione
dell’offerta turistica e non si trasformera’ in un’inattesa
concorrenza da parte dello Stato all’iniziativa privata: e’
Costanzo Jannotti Pecci, presidente della federazione associata
a Confindustria, a mettere le mani avanti.
Riferendosi al Dpcm in preparazione per istituire il Comitato
nazionale per il turismo, Jannotti Pecci si dice ”certo e
rassicurato” che il provvedimento affidera’ alla cabina di
regia del Comitato ”anche la necessaria sorveglianza
sullþiniziativa del portale del turismo italiano www.italia.it
affidata ad Iniziativa Italia Spa del Gruppo Sviluppo Italia
Spa”.
Questa decisione si rivela importante, ad avviso di Jannotti
Pecci, per evitare che uno strumento ”di sostegno e servizio
alla promozione dell’offerta turistica nazionale in tutti i suoi
aspetti, dimensioni e territorialita’ si trasformi in una
questione puramente societaria con relativi diretti e parziali
interessi, per quanto legittimi”. ”Anzi – e’ l’allarme di
Pecci – in un potenziale fattore di turbativa, con finanziamento
pubblico, della concorrenza alle libere attivita’ di
commercializzazione degli imprenditori del settore,
frapponendosi alle loro autonome e libere relazioni ed attivita’
di mercato”.
Per Jannotti Pecci non si tratta di invocare una posizione
generica di protezionismo ma di garantire, da parte del governo,
la ”democrazia economica”, scelta che e’ opportuno ribadire
”all’indomani dell’assegnazione della gara per la realizzazione
della piattaforma tecnologica ed alla vigilia degli indirizzi
progettuali applicativi che ne scaturiranno”. Jannotti Pecci
punta il dito delle sue preoccupazioni sull’ipotesi secondo la
quale ”i servizi turistici, sia per il B2B che per il B2C, di
acquisto, intermediazione e, di fatto, di commercializzazione
diretta sul web siano in capo al soggetto gestore, cioe’
purtroppo l’esatto contrario di quanto Federturismo e le sue
associazioni di categoria stanno manifestando, mettendosi a
disposizione per ogni partecipazione e collaborazione di
indirizzo e di progetto, sin dai primissimi annunci
dell’iniziativa, nella primavera del 2004, ribadendolo
fermamente anche nelle occasioni di diretto confronto avute con
i riferimenti governativi e societari del portale”.

News Correlate