venerdì, 26 Febbraio 2021

Federturismo, bisogna accelerare la riforma dell’Enit

Il commissariamento deve servire allo stretto necessario ed evitare ulteriore stallo

La nomina a commissario dell’Enit di Amedeo Ottaviani decisa mercoledi’ scorso dal ministro Scajola, e’ positiva se accelerera’ il processo di costituzione della Agenzia del Turismo prevista dalla legge 80/2005. Lo sostiene Costanzo Jannotti Pecci, presidente della Federturismo/Confindustria. Jannotti Pecci ”accoglie con la massima apertura di credito la scelta governativa” ma non nasconde che aveva sperato ”in formule di guida meno straordinarie e piu’ collegiali”. Quello che piu’ preme al presidente della Federturismo, comunque, e’ la trasformazione dell’Enit in Agenzia anche se deve constatare che ”la tempistica legislativa sfavorevole e l’ingorgo procedurale seguitone, accentuato dalla contestuale scadenza del precedente consiglio di amministrazione” lo hanno impedito. ”A maggior ragione – sostiene Jannotti Pecci – ora tutti gli
attori e tutte le responsabilita’ – governo, ministero delle attivita’ produttive, parlamento, regioni, rappresentanze di impresa- sono chiamati a procedere rapidamente verso l’obiettivo finale: ridisegnare, riorganizzare e attuare il nuovo e gia’ stabilito strumento promozionale dell’offerta turistica italiana nel piu’ breve tempo possibile per vararne il rinnovato, quanto
stabilizzato ed ordinario, assetto di guida e gestione”. Il commissariamento dell’Enit, per il presidente della Federturismo, deve infatti essere limitato ”allo strettissimo necessario” perche’ se i tempi si allungassero ”sarebbe uno stallo deleterio per il turismo italiano che vanificherebbe la necessaria sistemazione amministrativa dell’Enit, con l’intervenuto commissariamento, da modalita’ funzionale alla sua rapida trasformazione di fondo, ad un handicap o addirittura in un alibi al rinvio”. Jannotti Pecci si dice inoltre certo che la piu’ che decennale esperienza di Ottaviani al vertice dell’Enit ”sara’ di grande utilita’ per procedere e realizzare velocemente l’attesa ‘Fase
2’ della promozione turistica italiana con l’avvio dell’Agenzia” stimolando il governo.

News Correlate