lunedì, 8 Marzo 2021

Federturismo, è necessario un partenariato virtuoso tra pubblico e privato

Jannotti Pecci ha presentato ai parlamentari europei la lista delle priorità

E’ necessario ”il recupero della competitivita’ del sistema turistico italiano basato su una nuova politica per il turismo che consenta un partenariato virtuoso tra pubblico e privato”. Questa e’ una delle proposte che una delegazione della Federturismo – Confindustria ha presentato oggi a Bruxelles ai deputati italiani eletti al Parlamento europeo e componenti delle Commissioni turismo, trasporti, ambiente. Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federturismo ha dichiarato:”Intendiamo continuare a contribuire alla realizzazione della crescita dell’Europa come destinazione turistica e valorizzare il ruolo del sistema turistico italiano nell’Europa a 25”. La volonta’ di Federturismo di partecipare in maniera incisiva alle scelte europee nasce anche dall’occasione che rappresenta per il settore l’inserimento nel
nuovo Trattato costituzionale europeo di una norma che riconosce e valorizza il ruolo del turismo come fonte di sviluppo economico e sociale dell’Unione attraverso politiche che promuovono il turismo sostenibile, cioe’ rispettoso
dell’ambiente, del patrimonio culturale e dei valori delle singole comunita’. A tale scopo Federturismo ha intenzione di avanzare richieste relative all’Agenda 21, all’armonizzazione degli standard qualitativi europei, alle aliquote fiscali, alla Direttiva sui servizi, alla creazione di un’Agenzia europea del
turismo e alla formazione permanente finalizzata alla qualita’ dei servizi per il turismo. Una verifica dei risultati sara’ avviata a Malta in occasione del quarto Forum europeo sul turismo in programma in autunno.

News Correlate