lunedì, 28 Settembre 2020

Ferrovie, spazio ai privati con il nuovo orario

Il 13 aprile sarà avviato il processo di assegnazione delle tracce

Rfi, la società che gestisce le infrastrutture di Ferrovie dello Stato, si avvia a preparare il nuovo orario ferroviario che sarà in vigore, per un anno, da dicembre e chiede quindi a tutte le società interessate a svolgere servizi di trasporto merci o persone, di presentare richiesta per ottenere le ‘tracce’, e cioè gli ‘slot’ in cui far viaggiare i loro treni. Attualmente sono 12 le imprese che gestiscono i trasporti ferroviari in alternativa a Trenitalia ma Rfi si attende che sul prossimo orario figureranno altri 4 nuovi
operatori. Il 13 aprile, annuncia un’avviso di Rfi, sarà avviato il processo di assegnazione delle tracce nonché di servizi di infrastruttura, per l’orario ferroviario 12 dicembre 2004-10 dicembre 2005 e, pertanto, saranno prese in considerazione tutte le richieste di tracce inviate” entro tale data. Saranno prese in considerazione, nei limiti delle capacità ancora disponibili e senza che sia assicurata l’attivazione da dicembre, anche richieste che perverranno successivamente alla scadenza di aprile, afferma la società ricordando che hanno diritto di chiedere di viaggiare sulla rete di Ferrovie, le società che possiedono una licenza per il trasporto ferroviario per i sevizi nazionali merci, nazionali passeggeri e servizi internazionali passeggeri nella parte nazionale. Attualmente, ricorda il direttore commerciale di Rfi, Franco Mazioli, viaggiano sulla rete gestita da Rfi 12 imprese diverse da Trenitalia: 3 di queste gestiscono il trasporto passeggeri a livello locale e le altre servizi di trasporto merci, come Ferrovie Nord Milano che oltre al trasporto passeggeri sul passante di Milano svolge attività cargo fino al confine, o Rtc che svolge il servizio sul Brennero. Il nuovo orario dovrebbe però prevedere slot per altri quattro nuovi operatori: tante sarebbero, infatti, le società che si sono dichiarate interessate a richiedere l’assegnazione di tracce. Nonostante sia il quarto anno che la rete di Rfi è aperta ad operatori diversi da Trenitalia, la concorrenza nel trasporto ferroviario è ancora piuttosto debole. Le nuove società di
trasporto sviluppano infatti un traffico di 400 mila km al mese contro i 200 mila km al giorno che svolge da sola Trenitalia Cargo.

News Correlate