domenica, 20 Settembre 2020

Fiavet: “La Finanziaria danneggia il settore”

Cassarà: “La detraibilità dell’Iva congressuale pregiudica la concorrenza”

“La Finanziaria aumenta i costi di produzione del prodotto turistico e aumenta la disoccupazione, mentre non risolve i problemi della destagionalizzazione e di aumento dell’arco stagionale di attività, sia in incoming che in outgoing”. Lo ha sottolineato Giuseppe Cassarà, presidente delle agenzie di viaggio aderenti alla Fiavet, a margine della riunione convocata ieri a Roma per fare il punto sulla Finanziaria e il rilancio del settore. In particolare, secondo la Fiavet, la norma sulla detraibilità dell’Iva congressuale “rischia di ledere in maniera pesante la libertà di concorrenza tra le imprese che operano nell’organizzazione dei congressi”. Per quanto riguarda la city tax, Cassarà non giustifica con le esigenze di finanza locale un aumento di prezzi delle vacanze in Italia. “Semmai – propone il presidente Fiavet – bisognerebbe decidere insieme alla categorie economiche del turismo a che cosa serviranno eventualmente i soldi prelevati perché si può discutere del loro impiego per migliorare i servizi locali, ma non tollerare che finiscano nel calderone delle esigenze dei Comuni”. Infine Cassarà ha ricordato ancora una volta come nella manovra finanziaria “non ci sia la minima traccia di una serie di richieste a sua tempo avanzate dall’associazione al governo”.

News Correlate