lunedì, 14 Giugno 2021

Fiavet, parte da Palermo l’agitazione contro Alitalia

Deliberato lo stato di agitazione contro il “biglietto elettronico” della compagnia di bandiera

Affollata riunione della sezione provinciale palermitana della Fiavet ieri sera all’Astoria Palace di Palermo. L’argomento del giorno era “rapporti con le compagnie aeree”. Un rapporto incrinatosi quest’estate fra disservizi e varie iniziative dei vettori. Valutati i vari livelli di disservizi procurati ai Tour operator, che si vanno ad aggiungere ad una situazione internazionale di crisi generalizzata del settore, gli agenti di viaggi hanno dichiarato lo stato di agitazione. In particolar modo hanno puntato il dito contro Alitalia che – secondo la ricostruzione degli associati Fiavet di Palermo – sta assumendo una posizione estremamente scorretta nei riguardi del sistema distributivo. L’oggetto del contendere è il “biglietto elettronico” lanciato nei giorni scorsi da Alitalia. Un test sulla capacità distributiva della compagnia di bandiera che, se prolungato, rischierebbe di compromettere numerosi posti di lavoro. Proprio per questo la sezione Fiavet di Palermo ha deliberato, in segno di protesta, di orientare il traffico aereo verso altre compagnie. E’ questa la prima reazione ufficiale alla nuova strategia di Alitalia, ma è destinata ad essere seguita a breve da altre assemblee provinciali della Federazione italiana agenti di viaggi e turismo. All’assemblea erano presenti il vice residente nazionale Fiavet, Giuseppe Cassarà, il vice presidente regionale Fiavet, Santi Mogavero, e il delegato provinciale della federazione, Gino Campanella.

News Correlate