domenica, 24 Gennaio 2021

Finanziaria: Confitarma, “Sconcerto totale”

Montanari, senza gli aiuti porteremo le navi all’estero

E’ un momento particolare per il mondo crocieristico italiano. Da un lato il boom delle crociere, il varo di nuove navi da sogno e l’italiana Costa Crociere che veleggia indisturbata in Europa. E dall’altro lato c’è il Governo, che ha deluso in pieno le aspettative degli armatori, penalizzati rispetto ai competitors europei. Ecco perché Giovanni Montanari, presidente degli armatori italiani, non si è mostrato solo insoddisfatto, ma ha parlato di “sconcerto totale” per il fatto che il settore marittimo sia stato dimenticato dalla legge Finanziaria. Il presidente della Confitarma, che chiedeva 50 milioni di euro per uno sgravio dell’80% dei contributi pagati dagli armatori a fronte del 100% previsto dagli altri paesi della Ue, ha osservato: “Le linee guida europee non le ho firmate io e non le ha firmate neppure questo governo ma ci sono e vanno rispettate. Gli altri paesi hanno un costo intorno al 30 per cento inferiore al nostro, Allora come dovremmo fare noi? non lo so, con la bacchetta magica?”. Montanari, che non ha escluso che ora molti armatori abbandonino la bandiera italiana, ha anche espresso scarsa fiducia su un recupero degli aiuti nella Finanziaria da parte del Senato. “Ho molta poca fiducia – ha osservato – perché ho avuto tantissime promesse all’infinito e sono naufragate tutte in maniera miserevole. Ma poi non solo noi. La stessa cosa è accaduta ai cantieri, ai porti, alla ricerca”. “Quindi – ha concluso il presidente della Confitarma -c’è stata proprio trascuratezza totale nei confronti del mare. Senza mai ricordarsi naturalmente che metà di questo paese ci vive col mare”.

News Correlate