martedì, 29 Settembre 2020

Finanziaria, Rutelli: “Industria turistica prioritaria”

Bocca: “Sarà il banco di prova. Ma ci auguriamo interventi fiscali anche sul congressuale”

Nella prossima Finanziaria il sostegno all’industria turistica come fattore di crescita sarà prioritario. Lo ha ribadito anche ieri a Perugia il vicepresidente del Consiglio, Francesco Rutelli, dopo averlo annunciato venerdì nel corso della conferenza stampa organizzata a Milano per annunciare il nuovo presidente dell’Enit, Umberto Paolucci. “Ci batteremo – ha dichiarato Rutelli – affinché nella Finanziaria ci sia una crescita delle disponibilità riguardanti il turismo. Questa crescita ci dovrà essere e ci sarà”. Rutelli ha quindi ripetuto che, per il futuro produttivo italiano, “non possiamo inventarci un’Italia diversa dalla realtà o pensare di tornare ai modelli che vigevano negli anni ’60 o 70: questa è un’Italia di fantasia che non c’è più”. Per Rutelli la piccola impresa “rappresenta la stragrande parte del tessuto produttivo italiano, ci ha dato grandi soddisfazioni ed ha bisogno ora di essere sostenuta per crescere in dimensione, per avere più risorse attraverso il credito e per innovare la propria struttura tecnologica”. Dopo queste dichiarazioni Federalberghi dichiara di apprezzare l’attenzione del governo e in particolare del vice premier Rutelli al settore ma attende con viva curiosità la Finanziaria 2007 che considera “il vero banco di prova” per misurare nei fatti il livello di attenzione del governo verso il settore. “Ci auguriamo – ha detto Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi – che vengano predisposti anche interventi di natura fiscale, con particolare riguardo sulle aliquote Iva nei settori alberghiero e della ristorazione, oltre che nel settore del turismo congressuale”. La Finanziaria 2007 sarà il piatto forte del comitato nazionale del Turismo convocato da Rutelli per martedì prossimo, alle ore 11, a palazzo Chigi. In quella sede ci sarà anche la prima presa di contatto degli operatori del settore e dei responsabili politici locali con il nuovo presidente dell’Enit, Umberto Paolucci.

News Correlate