venerdì, 16 Aprile 2021

Fontanarossa, Adoc: “troppi incidenti”

Potenziare sicurezza e assistenza clienti in attesa del nuovo aeroporto

Dopo gli inconvenienti occorsi ieri ai due aerei provenienti da Catania per Roma e Torino, l’ Adoc torna a chiedere un confronto sulla sicurezza dei voli e l’assistenza ai passeggeri. “Sarà il caso, sarà la carenza strutturale o i grandi numeri – afferma Claudio Melchiorre, presidente dell’Adoc – ma
troppe volte incidenti o anomalie coinvolgono l’ aeroporto di Catania. Noi abbiamo chiesto più volte un confronto serio sulla sicurezza e l’assistenza ai passeggeri, che deve essere potenziata fino a quando non avremo il nuovo aeroporto”. Secondo l’ Adoc “ogni volta che facciamo domande la risposta è laconica: aspettiamo il nuovo aeroporto, dicono. Eppure non c’ è necessità di aspettare il nuovo aeroporto per fare nuove assunzioni. L’organico è infatti aumentato di molto, almeno raddoppiato, ma le condizioni di assistenza sono stazionarie da anni”. “Vogliamo sapere quanti e quali radar ci sono – ha aggiunto il presidente dell’ Adoc – se la torre di controllo riesce a vedere tutta la pista, chi garantisce sulle condizioni minime di sicurezza, quali sono i sistemi di sicurezza per la prevenzione o la gestione dei rischi sistemici”. Melchiorre conclude sottolineando anche “i disservizi alla clientela: file male o non gestite affatto per i controlli di sicurezza e per i check-in, cantieri non a norma e chiaramente pericolosi per i passeggeri, segnaletica inadeguata e poco chiara, assenza di parcheggi liberi, poca trasparenza nelle spese e negli investimenti, a fronte di una partecipazione alla società totalmente pubblica”.

News Correlate