sabato, 23 Ottobre 2021

Fs, ricorso al mercato finanziario

Catania: costretti a selezionare gli investimenti, tranne che per la sicurezza

Le Ferrovie dello Stato dovranno ricorrere ai mercati finanziari per reperire le risorse necessarie alla realizzazione delle opere in corso. Lo ha affermato il presidente e amministratore delegato delle FS, Elio Catania, durante un’audizione alla Camera. Come spiegato dallo stesso Catania, la decisione e’ quasi obbligata a causa del mancato aumento delle tariffe e della riduzione dei trasferimenti pubblici. Le Ferrovie, quindi, si vedono costrette a fare una rigida selezione degli investimenti e per completare le opere in corso avranno bisogno di fare cassa valorizzando i propri ‘asset’, anche facendo ricorso ai mercati finanziari. Il manager ha pero’ assicurato che gli unici investimenti che non subiranno alcuna ripercussione saranno quelli sulla sicurezza. Il presidente delle Fs ha sottolineato, inoltre, che da tre anni non ci sono aumenti nelle tariffe per i treni a media e lunga percorrenza. Quelle del trasporto regionale, invece, sono aumentate soltanto del 4,8% (a fronte di un’inflazione del 9,3%), mentre i pedaggi autostradali sono cresciuti del 14% e i trasporti locali del 18%. Catania, comunque, non ha ancora fatto nessuna precisazione sul possibile ammontare del prestito, la cui cifra e’ in fase di valutazione.

News Correlate