sabato, 23 Ottobre 2021

Fuma di nascosto sull’aereo e viene portato in Tribunale

E’ successo a un passeggero Alitalia del volo da Milano al Cairo

Che il fumo faceva male si sapeva, ma che potesse essere fonte anche di una serie di problemi aggiuntivi non tutti lo avevano calcolato. Lo ha capito un passeggero Alitalia che ieri volava da Milano al Cairo. Ad un certo punto non ha resistito più alla voglia di “bionda” ed è andato in bagno a fumare di nascosto.
Peccato che è stato scoperto subito e quando maldestramente ha tentato di
negarlo, buttando la sigaretta nel water, sono cominciati realmente i suoi guai. Il personale di bordo ha bussato ripetutamente alla porta. Ma il passeggero ha risposto in modo indisponente, ed il comandante ha fatto rapporto alla polizia dell’aeroporto del Cairo, che lo ha accompagnato in tribunale. ”Si tratta di fatti abbastanza frequenti”, ha chiarito una fonte aeroportuale. Anche più frequente è il caso di passeggeri che non vogliono spegnere i cellulari e cercano di resistere alle sollecitazioni degli equipaggi a farlo. ”Mesi fa c’è stato un famoso cantante egiziano, Hihab Tawfiq, che non solo non ha voluto spegnere il telefono, ma ha reagito in modo molto arrogante – racconta la fonte – allora il caposteward gli ha ritirato l’apparecchio. Poco dopo si sono accorti che ne aveva acceso un altro, che gli è stato a sua volta ritirato. Quando all’arrivo il personale di terra gli ha fatto trovare i poliziotti che lo dovevano accompagnare in tribunale, ha minacciato tutti di rappresaglie”.

News Correlate