venerdì, 5 Marzo 2021

Giappone, rischio overbooking per chi viaggia all’estero

Il boom di partenze dovrebbe portare a un incremento del 30% in Europa

Lo scorso 14 luglio le due maggiori compagnie aeree, JAL ed ANA, hanno annunciato lo stato le previsioni di carico dei passeggeri diretti all’estero per il periodo 15 luglio – 15 agosto. L’incremento totale delle prenotazioni, gia’ effettuate e nella maggior parte dei casi “bigliettate”, e’ risultato pari a 850mila passeggeri con un aumento del 22.7% rispetto allo scorso anno, che si ricorda e’ stato funestato da una serie di “eventi” contrari al turismo. I voli interni, al contrario, vedono un misero + 2.9% di incremento.
Le compagnie aeree hanno fatto fronte a questo pienone offrendo maggiore capacita’ di posti, ma non sono riuscite a mettere in campo che uno scarso 19% in piu’. Ergo, una situazione di lista di attesa notevole se non di vero e proprio overbooking per alcune tratte.
Tutte le destinazioni classiche hanno fatto registrare un forte incremento: la Cina, il potente vicino, un + 34.8% (oltre 53mila passeggeri previsti), Honolulu, meta interessante anche per la presenza di un ottimamente fornito duty free, un + 24.5% (quasi 96mila pax), le isole Guam e Saipan, sperdute in mezzo all’Oceano Pacifico, un + 44.3% (44.500 pax). E l’Europa? Ottime previsioni, con un + 30.5% per un totale di circa 79mila passeggeri previsti in quel periodo. I giorni di maggior affluenza agli aereoporti sono: il 17, 19 e 31 luglio, il 12 e 15 agosto. Stante tuttavia la tendenza a distribuire le ferie durante tutto l’anno, le previsioni sono che ci sarà un settembre “caldo”.
Japanitaly.com ricorda la “offerta speciale” destinata alle strutture ricettive italiane per promuoversi nel mercato turistico giapponese in occasione della tourist summer campaign in Giappone, tramite il proprio portale turistico in lingua giapponese www.japanitalytravel.com. Richiedere le condizioni a: travel@japanitaly.com

News Correlate