martedì, 29 Settembre 2020

Ginostra avrà presto un nuovo approdo

Lo hanno annunciato Protezione civile e Legambiente

Entro un anno un nuovo approdo per l’isola di Ginostra, nel rispetto dell’ ambiente e del fondale marino: lo annunciano Protezione civile e Legambiente. ”Siamo riusciti – ha spiegato il capo del Dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso – a trovare una soluzione per una questione che era bloccata da anni. Tra pochi mesi Ginostra avrà quel porto indispensabile alla sicurezza dei suoi cittadini e alla valorizzazione del turismo naturalista, un progetto pilota a livello europeo per la forte compatibilità ambientale”. Per il presidente di Legambiente, Ermete Realacci, ”si tratta di un approdo per una volta utile e necessario,
progettato con grande sensibilità ambientale”. Gli esperti della Protezione Civile, per trovare una soluzione che sapesse coniugare le necessità di protezione civile con la salvaguardia del paesaggio e dei fondali, sono stati aiutati da tecnici di Legambiente. Bocciata definitivamente l’ ipotesi di realizzazione del porticciolo in località Lazzaro, il progetto prevede un ampliamento ed un adeguamento dell’ approdo esistente. Il progetto, presentato in occasione dell’ arrivo di Goletta Verde, prevede la realizzazione di una banchina in grado di garantire direttamente sull’ isola l’ approdo delle navi e degli aliscafi che collegano le Eolie con la terraferma. Tutte le strutture necessarie saranno realizzate nel pieno rispetto del paesaggio dell’ isola, ricorrendo il più possibile a materiali locali. Particolare attenzione sarà dedicata anche all’ ancoraggio dell’ approdo sul fondale, al fine di non alterare il delicato equilibrio del ricchissimo ecosistema marino.

News Correlate