mercoledì, 30 Settembre 2020

Gioia Tauro, hub nel Mediterraneo del gruppo Nyk

Il presidente della compagnia nipponica ha presentato il progetto a Prodi e Bianchi

Il porto di Gioia Tauro potrebbe diventare il terminal hub nel Mediterraneo del gruppo NYK (Nippon Yusen Kaisha), la terza compagnia al mondo nel settore dei trasporti marittimi oceanici. L’intenzione di scegliere il porto calabrese è stata espressa dal presidente di Nyk al premier Romano Prodi e al ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, durante un incontro a palazzo Chigi. Il presidente del gruppo NYK, che ha una flotta di 646 navi ed un fatturato di 17 miliardi di dollari – rende noto un comunicato del ministero dei Trasporti – ha confermato che Gioia Tauro rappresenta il più importante investimento della compagnia in Europa e nel Mediterraneo. Questo, in virtù della sua favorevole posizione geografica che lo pone al centro del Mediterraneo, e quindi di facile accesso da tutte le direzioni, e grazie alla potenzialità offerta dai collegamenti via terra, in particolare quelli ferroviari, con il nord Italia e l’intero continente.

News Correlate