martedì, 25 Giugno 2024

Giorgio Fossa lascia la Sea e passa a Volare

Il manager, punteremo su low cost e charter

Giorgio Fossa lascia il pubblico (Sea) e torna al privato, scegliendo, in un passaggio difficile per il settore del trasporto aereo, la compagnia aerea Volare. Un passaggio mediato dalla fondazione di diritto olandese, Stichting Administratiekantoor Volare, che si appresta a fare il
suo ingresso nell’azionariato della compagnia del gruppo Zoccai e che l’ex Presidente di Confindustria presiederà. ”Lascio la Sea al termine di un’esperienza importante in un settore di grande complessità. Ho lavorato in un’azienda solida che conseguirà risultati positivi anche al termine di un anno difficile a causa della Sars e della guerra. La tendenza economica del settore – ha detto – è ancora complessa ma il peggio è passato. I numeri dall’estate in avanti ci confortano molto”. Nessuna coda polemica nell’addio. ”Non lascio per qualche problema specifico – ha spiegato Fossa – ma esclusivamente perché mi è stata data l’opportunità tra un paio di mesi di tentare un’altra avventura in un momento difficile e quindi più stimolante. Torno all’imprenditoria privata pur riconoscendo che
anche nel pubblico ci sono lati positivi ed altri meno”. La fondazione di diritto olandese che Fossa andrà a presiedere ha firmato la disponibilità a entrare, ricapitalizzando Volare a partire dal closing che avverrà entro il 28 febbraio. ”Aspettiamo questo passaggio che è basato
anche su una ristrutturazione del debito che l’advisor Interbanca dovrà risolvere entro quella data, ma sono convinto che in prospettiva il trasporto aereo tornerà a livelli importanti”. La strategia di Volare, ”compagnia che ha al suo interno più tipologie”, non dovrebbe mutare. Fra Low cost, charter e volo di linea tradizionale, saranno i primi due settori ”sui quali come nuovi soci abbiamo intenzione di puntare”.

News Correlate