lunedì, 28 Settembre 2020

Golpe in Thailandia, Astoi: nessun allarme per turisti

Sul sito della Farnesina l’invito a prestare la massima attenzione

Nessun allarme per i turisti italiani presenti in Thailandia dopo il colpo di stato avvenuto a Bangkok la notte del 19 settembre. Lo riferisce l’Astoi, l’associazione dei tour operator italiani. “E’ tutto abbastanza tranquillo – spiega Giuseppe Boscoscuro, presidente di Astoi – vi sono circa 500 turisti italiani arrivati con operator associati ad Astoi e altrettanti con altri tour operator e individuali. Ho saputo che la gente non si è quasi accorta del golpe che è stato non cruento. In passato vi sono stati altri casi simili risolti in pochi giorni. Siamo abbastanza sereni. I voli da e per la Thailandia continuano ad essere regolari”. Indicazioni rassicuranti arrivano anche da I Viaggi del Mappamondo, uno dei tour operator che opera da più tempo in Thailandia e che al momento sta facendo viaggiare nel Paese un centinaio di turisti. Intanto, il ministero degli Affari Esteri, in una nota consultabile sul sito della Farnesina, avverte i turisti italiani presenti in Thailandia di prestare la massima attenzione. “A seguito del golpe – si legge nel sito della Farnesina – si raccomanda ai connazionali che si trovano in Thailandia di adottare ogni possibile cautela negli spostamenti, evitando i luoghi pubblici di assembramento ed eventuali manifestazioni di carattere politico”. La Farnesina ricorda che dal 17 luglio 2005 è in vigore nell’estremo sud del Paese lo stato di emergenza decretato dal Governo thailandese a seguito dell’intensificarsi di attentati da parte di gruppi separatisti musulmani. Le zone interessate dallo stato di emergenza sono le tre Province meridionali di Yala, Pattani e Narathiwat, nonché i distretti di Jana, Nathawee, Thepha e Sabayoi nella Provincia di Songkhla mentre le altre località turistiche sono accessibili e visitabili in condizioni del tutto normali. In ogni caso, il ministero consiglia ai connazionali di registrare
i dati relativi al viaggio che si intende effettuare in Thailandia sul sito riportato di seguito.

News Correlate