domenica, 28 Febbraio 2021

Gran Bretagna, arrivano Autobus Intercity low cost

Poco comfort, ma grande risparmio rispetto ai treni

Sulla scia del successo delle linee aeree a basso costo, una società di trasporti britannica lancerà un nuovo servizio di autobus intercity all’insegna del risparmio in cambio della riduzione dei comfort. Megabus, questo il nome della società, ha annunciato che i nuovi pullman collegheranno, a partire dal primo marzo, Londra a sette grandi città e centri turistici inglesi (Birmingham, Plymouth, Bristol, Bournemouth, Southampton, Portsmouth e Brighton). I biglietti per un viaggio di sola andata costeranno in media 2,8 euro, ma chi riuscirà a prenotare via internet con grande anticipo potrà viaggiare a metà prezzo. I passeggeri dovranno
accontentarsi di viaggiare su vecchi autobus a due piani, con
sedili non troppo comodi, poco spazio per i bagagli e per
distendere le gambe. Come nel caso delle linee aeree a basso
costo, i viaggiatori dovranno accontentarsi di orari di partenza non ottimali e di non avere la possibilità di cambiare o farsi rimborsare il biglietto, qualora vi fosse un cambio di programma. Il tragitto, inoltre, durerà in media circa mezz’ora in più rispetto al tempo impiegato dagli autobus intercity tradizionali: i ‘double-deckers’, i pullman a due piani, non sono dotati di un bagno e dovranno perciò fermarsi almeno una volta a una stazione di servizio. L’offerta in termini di comodità non sarà delle migliori
ma, con i prezzi dei treni in continua crescita, Megabus è
convinta che saranno in molti ad approfittare del nuovo servizio attratti dal grande risparmio: se un viaggio tra Londra e Birmingham in treno dura un ora e 45 minuti al costo di 68 euro, lo stesso tragitto su un autobus Megabus durerà tre ore, al costo di soli due euro. ”Il fatto che vi sia concorrenza con le linee intercity tradizionali è una notizia fantastica per tutti i passeggeri. Per tanta gente, fare in fretta non è importante, ma il prezzo è fondamentale. Può essere la ragione principale che consente di andare a trovare i parenti”, ha dichiarato Caroline Cahm, direttrice della federazione nazionale dei passeggeri degli autobus.

News Correlate