martedì, 3 Agosto 2021

Guggenheim Museum, siglato contratto con la Provincia di Palermo

Per tre anni la famosa galleria americana avrà sede al Palazzo Sant’Elia

E’ stato siglato a New York il contratto che ufficializza la collaborazione tra la Provincia di Palermo e il Guggenheim Museum di New York. Per tre anni la
famosa galleria americana troverà sede a Palermo, nel settecentesco palazzo Sant’Elia, recentemente restaurato. Si tratta di un contratto in esclusiva per il Meridione che obbliga il Guggenheim a presentare le proprie collezioni solo a Palermo. L’ intesa è stata siglata dal presidente della Provincia, Francesco Musotto e dal responsabile per l’ Italia del Guggenheim, Danny Rylands. “Nella tarda primavera – ha assicurato l’ assessore provinciale dei Beni Culturali, Carmelo Scelta – sarà ospitata la prima mostra che durerà otto mesi. Poi ci saranno altre tre rassegne che avranno una minore durata”. L’ allestimento interno di Palazzo Sant’ Elia, che si affaccia su via Maqueda, è curato dagli architetti Mari & Pergamo, che seguiranno le indicazioni progettuali del Guggenheim per valorizzare attraverso le impostazioni visuali, luminose e sonore le opere d’ arte. Prima dell’ apertura al pubblico i bassi del palazzo dovranno essere attrezzati per ospitare i servizi accessori. ”Ci sarà un caffè letterario, un ristorante e un bookshop dove sarà possibile acquistare tutte le produzioni legate all’ immagine del Guggenheim. Il contratto in esclusiva con la Fondazione Palazzo Sant’ Elia – ha aggiunto Scelta – prevede un rapporto anche di collaborazione culturale. Noi assicureremo la sorveglianza e selezioneremo il personale in base alle esigenze che le mostre d’ arte contemporanea richiedono”. A Palermo si pagherà un biglietto d’ ingresso di otto euro. L’ assessore Scelta ha, poi, comunicato che Palazzo Jung ospiterà la sede dell’ Associazione per l’ incremento turistico (APIT), diventando il Palazzo del Turismo.

News Correlate